DISTRETTO DI POLIZIA LOGODISTRETTO DI POLIZIA 3

Italia1

repliche in onda ogni venerdì alle 21.00

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SIMONE CORRENTE

 

 

 

 

 

 


Simone Corrente, interprete del ruolo di poliziotto gay in DISTRETTO DI POLIZIAChi segue Distretto di Polizia sa benissimo che uno dei personaggi principali è gay, si tratta del poliziotto Luca Benvenuto interpretato da Simone Corrente (nella foto a destra).

L’idea di inserire un poliziotto omosessuale all’interno del Distretto X Tuscolano deve esser parsa agli sceneggiatori della fiction una bella trovata, probabilmente la stessa è stata motivata dalla dichiarata voglia di rendere le trame e i personaggi maggiormente realistici o forse si è trattato solo dell’ennesimo tentativo di cavalcare l’onda della moda gay (che imperversa in tv). Purtroppo questa decisione, seppur molto apprezzata dal pubblico (dai gay in particolare), è stata causa di alcuni spiacevoli imprevisti per i produttori della fortunata serie televisiva.

Inizialmente ci fu la denuncia di un poliziotto di Perugia che si sentì vilipeso dal fatto che nella fiction il suo nome e cognome fossero stati attribuiti ad un omosessuale (per questa ragione nella stagione successiva, Distretto di Polizia 2, il cognome del personaggio subì una piccola modifica) in seguito fu la volta delle polemiche sollevate dalle infelici dichiarazioni rese da uno dei responsabili dell’ufficio relazioni esterne della Polizia di Stato, che portarono il caso perfino all’attenzione del Viminale.

Vi racconto cosa accadde: frequentemente i copioni dei film e delle fiction sono passati al vaglio di consulenti esterni affinché le storie in essi descritte non contengano errori grossolani o imprecisioni (così, ad esempio, si evita che i dottori di E.R. prescrivano il Viagra ai pazienti con il mal di testa e l’Aspirina a quelli che invece… lasciamo correre!). Nel caso di Distretto di Polizia gli incaricati ad eseguire questo controllo, appartenenti al corpo della Polizia, non si limitarono ad intervenire su eventuali inesattezze di natura tecnica ma andarono ben oltre, praticando tagli censori alle scene in cui emergeva la natura omosessuale di un agente (Luca Benvenuto per l’appunto) facendo pressioni affinché fosse limitata o rimossa la presenza di questo personaggio nella serie.

 

SIMONE CORRENTEIntervistata sull’argomento, un Vicequestore della Polizia che per professione svolge proprio la mansione di revisore delle sceneggiature, ha gettato benzina sul fuoco rilasciando questa dichiarazione: «Premesso che non ho esaminato io i copioni sull'agente gay, vorrei testimoniare la mia esperienza: sono da dieci anni in polizia e non mi sono mai accorta di colleghi omosessuali. Per carità, ognuno è libero di vivere la sessualità come vuole. Nessuna censura. Ma è come generalizzare sui poliziotti corrotti: i casi negativi ci sono ma sono così pochi che non si può infangare l'intero corpo di polizia». Proprio questo insensato accostamento tra i poliziotti omosessuali e i poliziotti corrotti ha costretto il Viminale a diffondere una lettera di precisazione sulla reale portata di tali affermazioni nel tentativo disperato di riparare al danno fatto…

 

Tutti i miei complimenti vanno a Simone Corrente che ha scelto di interpretare con entusiasmo questo ruolo così difficile e impegnativo, speriamo che gli porti fortuna per il futuro della sua carriera artistica.

 

Qui di seguito potete trovare l’indirizzo di alcuni siti legati a questo articolo, a presto!

Skim.


LINKS:

 

Il sito ufficiale di Simone Corrente: http://www.simonecorrente.com

Un’interessantissima inchiesta di gay.it sugli omosessuali in divisa: http://it.gay.com/view.php?ID=10879

il sito ufficiale della trasmissione: http://www.distrettodipolizia.tv/default.htm

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ã www.gayoristano.it - 2003